Il visitatore di San Luca, assaporato e fatto proprio il luminoso spazio dipinto, non può che essere attratto infine, dal grande quadro posto sopra il contraltare di sinistra – opera del genovese Giovanni Benedetto Castiglione detto il Grechetto (1609–1664) – dove la luce è ancora una volta protagonista. Questi si forma presso le botteghe di Giovanni Battista Paggi, Giovanni Andrea De Ferrari e Sinibaldo Scorza. Rientra a Genova nel 1639 dopo il suo soggiorno romano e dopo un’intensa formazione influenzata dalle nascenti forme barocche del Bernini. Il Grechetto dipinge rievocando in modo fantastico soggetti del mondo classico e i colori che utilizza, la dimensione spaziale delle sue composizioni, sono la sintesi di così tante ispirazioni. Questa sua Natività o Adorazione dei Pastori è una delle prime opere espressamente commissionate da privati per un luogo pubblico, e un restauro del 1949 ne conferma l’autore e ne svela la data certa [IO:BENED./CASTILIONVS/1645]...  

video di approfondimento sul quadro  disponibile su https://www.youtube.com/watch?v=WG9NVKfe2CQ
Il quadro l»Adorazione dei pastori» è stato in esposizione nelle  seguenti mostre:
— Baroque Painting in Genoa, pittura barocca a Genova, London National Gallery, 2002.
— Pittura barocca in Liguria, prima esposizione nel suo genere organizzata dalla città di Genova nel 1992.
A breve, l’opera lascerà Genova per la Mostra «A Superb Baroque: Art in Genoa, 1600–1750»
May 3 – August 16, 2020West Building, Main Floor
National Gallery of Art, Washington (USA)
https://www.nga.gov/exhibitions/2020/baroque-art-genoa.html