Agostino Spinola

Agostino Spinola

Anno di nascita: 1676
Anno di morte: 1755

Padre Somasco, docente di filosofia e teologia fu nominato Vescovo di Ajaccio nel 1716 e poi di Savona nel 1722, da Papa Innocenzo XIII .

La Scheda

Agostino Spinola nacque a Genova da Gherardo Spinola di Luccoli Marchesi di Arquata e da Placidia Negroni.
Nel 1687 entrò nel Collegio di S. Giorgio di Novi, fondato nel 1649 dallo zio Angelo Spinola* (fratello del padre Gherardo), Preposto Generale dei Somaschi.
Nel 1692 entrò nell’ordine somasco e vi emise la professione religiosa l’anno successivo presso la casa di S. Maria Maddalena in Genova. Fece gli studi filosofici e teologici presso il Collegio Clementino di Roma e venne ordinato sacerdote il 6 marzo 1700. Ebbe residenza nella casa professa di s. Biagio in Montecitorio (1703-1707); fu rettore (1707) del Collegio di Novi Ligure; Lettore di Teologia (1708-1710) presso  lo studentato di S. Maria segreta di Milano; preposito (1710-1713) di s. Biagio a Roma. Teologo nella legazione del cardinale genovese Giuseppe Renato Imperiale a Milano (1711) presso Carlo VI d’Asburgo che lasciata la corona spagnola assumeva quella imperiale, venne apprezzato a tal punto per le sue doti diplomatiche che Clemente XI lo nominò rettore del Collegio Clementino che resse dal 1713 al 1716, quando lo stesso lo elesse (30 marzo 1716) vescovo di Ajaccio. Consacrato il 13 aprile successivo, prese possesso della sua sede e svolse il proprio mandato pastorale riscuotendo la stima di clero e popolo. Convocò (1719) un sinodo diocesano e ne emanò le norme. Il 22 settembre 1722 Innocenzo XIII lo trasferì alla sede di Savona, diocesi di cui prese possesso il 17 dicembre e che governò per 33 anni. Stilò Le Costituzioni del seminario diocesano e seguì sempre la formazione sia spirituale, sia culturale dei sacerdoti e del popolo.
Morì il 16 ottobre 1755.

Opere

Sinodo diocesano Ajaccio 1719
Relazione alla Santa Sede, ms.  4 novembre 1725
Constitutiones pro Seminario episcopali, [Savona, 1736] Milano, 1738
Relazione alla Santa Sede sulle Gesuitesse di Savona, 1741
Istruzioni
Lettere, ms. in ASG
Dilectis fratribus et filiis, clero et populo Adjacensis, urbis et diocesis salutem, Roma, Salvioni, 1716
Editto, ms. 1719
Risposta di mons. ill.mo vescovo di Ajaccio all’ill.mo signor Domenico Spinola, commissario…, ms. 1718
Relazione alla S. Congregazione del Concilio, 15 settembre 1741
Monitum pastorale, [30 marzo 1743] Milano, 174

Interamente tratto da http://bibliotecafranzoniana.it/index.php?app=biblioteca&bibliotecaID=0955499c082cd5130218ca5a8aee3ef6&mod=ricerca_anagrafiche_details&anagrafica_id=5254

* …L’aumento del numero dei convittori, col conseguente bisogno di altro personale insegnante ed assistente, rese indispensabile ampliare ancora la sede, cosa possibile grazie all’attivo interessamento di padre Angelo Spinola, dei Marchesi di Arquata, Generale della Congregazione Somasca e più volte rettore del Collegio. Dal patrimonio della sua illustre famiglia ricavò il denaro necessario non solo per ampliare il Collegio, ma anche per edificarne la Chiesa, tanto che fu considerato il vero fondatore dell’istituto. Si deve a lui la denominazione di Collegio San Giorgio, scelta in omaggio al Santo Protettore della Repubblica di Genova...da https://storiediterritori.com/2020/04/21/i-somaschi-a-novi-per-istituirvi-un-collegio-frammenti-di-storia-locale/

Genealogia

Degli Spinola di Luccoli, Marchesi di Arquata

Agostino Spinola (1676-1755) figlio di Gherardo Spinola e di Placidia Negroni di Ambrogio.

Padre
Gherardo Spinola, quondam Filippo (I Marchese di Arquata) q. Giulio q. Angelo Giovanni dei Signori di Arquata. Titoli: II marchese di Arquata, Conte di Vocemola, Signore di Varinella e di Pessino. Fratello di Angelo Spinola dei Marchesi di Arquata, Padre somasco, qui citato.  (https://www.academia.edu/32181853/Vocemola_La_gente_La_storia)
Fratelli/sorelle
Filippo Spinola che sposò Maria Livia Pallavicini vedova del primo cugino Filippo q. Giulio q. Filippo (I marchese di Arquata) e che morì senza prole; Ferdinando Spinola che sposò Marguerite Carrion de Nizas, appartenente ad una ricca e nobile famiglia francese, mori senza prole; Ambrogio Spinola, Padre somasco; Angelo Spinola, sacerdote; Leopoldo, senza prole.

Repertori

Palazzo Spinola di Arquata Scrivia

Palazzo Spinola di Arquata Scrivia

0