Bartolomeo Bianco

Bartolomeo Bianco

Anno di nascita: 1590
Anno di morte: 1657

Bartolomeo Bianco fu un architetto italiano, principale interprete del Barocco genovese in architettura.

La Scheda

Bartolomeo Bianco nacque a Coldrerio nel 1590. Fu un architetto italiano, principale interprete del Barocco genovese in architettura.
Si trasferì molto giovane a Genova per seguire il padre, Cipriano Bianco. La sua formazione professionale avvenne in questa città, dove il suo stile prese campo richiamando nei suoi progetti elementi tipici di scuola lombarda, ad esempio nelle decorazioni o nelle facciate esterne delle chiese. Nel capoluogo ligure è considerato uno dei principali sviluppatori e creatori del barocco e dei palazzi seicenteschi genovesi.
A lui si deve l’apertura di Via Balbi e la costruzione di quasi tutti i palazzi che la fiancheggiano, notevole opera artistica e progettuale commissionata dall’omonima famiglia.
Nel 1626 venne nominato coordinatore e capo d’opera dell’impresa progettuale delle Mura Nuove di Genova, opera conclusa nel 1633, sotto la direzione di Ansaldo De Mari e Vincenzo Maculano.
Oltre alla maggiore opera svolta nel capoluogo genovese e in altri lavori sulle fortezze di Gavi e Savona, svolse un’importante operato nella cittadina costiera di Chiavari nel Tigullio.
Morì a Genova nel 1657. Il figlio, Giovanni Battista Bianco, fu uno scultore.

Notizie tratte da https://it.wikipedia.org/wiki/Bartolomeo_Bianco e https://www.treccani.it/enciclopedia/bartolomeo-bianco

Le opere Spinola

Palazzo Massimiliano Spinola

Palazzo Massimiliano Spinola

1543
Palazzo di Ferdinando Spinola

Palazzo di Ferdinando Spinola

1565
Chiesa di San Luca, esterni

Chiesa di San Luca, esterni

1650