Gastone Spinola

Gastone Spinola

Anno di nascita: 1546
Anno di morte: 1614

Don Gaston Spinola y Lo Porto, Signore d’Embry, Conte di Bruay, nacque a Palermo nel 1546 e morì a Tournai in Belgio nel 1614. Fu un militare di carriera, Cavaliere dell’Ordine di Santiago e comandante di due Barrios.

La Scheda

Don Gaston Spinola y Lo Porto, Signore d’Embry, Conte di Bruay, nacque a Palermo nel 1546 e morì a Tournai in Belgio nel 1614. Fu un militare di carriera, Cavaliere dell’Ordine di Santiago e comandante di due Barrios.
Figlio di Annibale Spinola e di Maria Loporto, Nobildonna siciliana.
Ebbe un’ottima formazione umanistica, scriveva perfettamente in latino, spagnolo e francese. 
Nel 1586 sposò a Bruxelles Marie de Renty, Madame d’Embry, Bruay, Curlu, Vaudringhem e la Motte d’Andre, i cui discendenti avrebbero associato il cognome Spinola ai titoli di Conti di Bruay, Baroni di Embry e de la Motte d’André.
Iniziò a servire il re di Spagna nel 1566, combatté a Lepanto nel 1571, in Austria contro Navarino nel 1572, in Tunisia nel 1573 dove, nel 1574 venne catturato dai Turchi. Dopo il suo salvataggio, prestò servizio volontariamente sotto Alexander Farnese nelle Fiandre, perdendo un occhio durante l’assedio di Maastricht nel 1579. Nel 1580 lasciò l’Olanda in virtù dell’accordo sull’evacuazione delle truppe straniere raggiunto tra Farnese e le “province riconciliate”, ma due anni dopo i fiamminghi si persuasero che la loro difesa militare fosse insostenibile senza la presenza di dette truppe, quindi tornò come Capitano di Fanteria nella terza di Camilo del Monte. Nel 1584 ricevette il Cavalierato dell’Ordine di Santiago. Nel 1585 divenne Maestro di Campo del terzo, comandandolo già durante l’assedio di Anversa.  Dopo aver presidiato le città di Breda e Gertruidemburg nel 1591, passò in Frisia nel 1592 prestando servizio nel soccorso di Coevorden (1592) e nella guarnigione di Groll (1593). Un elenco di truppe, datato 20 giugno 1593, rivela che la forza  del terzo era ormai ridotta a sei compagnie con una forza totale di seicentoventinove uomini.  Il terzo di Gaston Spinola fu richiamato dalla Frisia al Brabante nel giugno 1594 per prendere parte a una nuova campagna in Francia. A questi veterani erano stati promessi due pagamenti, oltre agli arretrati, mentre veniva segnalata loro la caserma di Aarschot per ristorarsi. Al loro arrivo trovarono le mura crollate, pochi abitanti e ancor meno letti; poco dopo, scoprirono che i due pagamenti promessi erano stati usati per pagare i loro compagni ribelli a Pont-sur-Sambre, quindi si ammutinarono anche loro. Il colonnello Verdugo, governatore della Frisia, rendendosi conto che il terzo di Don Gaston era completamente disobbediente, concesse il permesso di raggiungere il Brabante per evitare una rivolta totale. Al tempo il terzo era governato all’epoca dal cavaliere Cárcamo, l’assenza del Maestro di Campo potrebbe essere dovuta al fatto che dal 1591 Don Gaston fu consigliere di guerra del governo dei Paesi Bassi.
Consumato l’ammutinamento, Don Gaston continuò a prestare servizio sotto il comando del Conte di Fuentes nella riconquista di Cambrai nel 1595. L’arciduca Alberto, lo nominò nel gennaio 1596 suo grand écuyer (Grande Scudiero) e nello stesso anno, luogotenente del comandante generale di campo.
Nonostante le nomine ricevute, egli partecipò frequentemente alle operazioni militari del suo tempo, nel 1600 presso le Dune di Nieuwpoort, durante il lungo assedio di Ostenda (dal 1601 al 1604). Nel 1605 divenne primo Conte di Bruay. Nel 1612 fu promosso governatore della città e del castello di Tournai, con la dignità di Gran Baliato del Tournaisis, Mortagne e St. Amand.

tratto da Juan Luis Sánchez Martín http://dbe.rah.es/biografias/77382/gaston-spinola-y-lo-porto
l’articolo è accompagnato da una ricchissima bibliografia

Genealogia

Degli Spinola di San Luca, Conti di Bruay

Gastone Spinola figlio di Annibale e Maria o Laura Loporto
Padre
Annibale Spinola figlio di Giacomo o Jacob di Battista, Mercante in Anversa. Nipote di Benedetto Spinola, o Benedict Spinola, Pasquale o Pascal Spinola, anch’egli mercante in Anversa, Francesco o Francisco Spinola, fratelli del padre. La ricostruzione della genealogia di Annibale, nipote di Benedetto Spinola si basa su alcuni elementi: in primo luogo, il testamento di Benedict Spinola, morto a Londra nel 1580, in cui vengono citati i fratelli e come eredi i nipoti Hannibal ed Ascaneo; il riferimento, nella biografia di Don Gaston Spinola y Loporto ( Real Academia dell’Historia, biografia a cura di Juan Luis Sanchez Martin) ad alcuni eventi che interessarono la vita del padre di Gastone, Annibale, in particolare un incidente diplomatico che lo coinvolse a Londra nel 1580 quando, essendo ambasciatore Bernardino de Mendoza, riuscì a vendere l’eredità londinese di uno zio guadagnando molti soldi e burlandosi di tutti i controlli (P.R.O. 1580); dalle Memorie del Gran Priorato di Messina raccolte da Fra Don Andrea Minutolo, la pagina 341 riporta il matrimonio tra Annibale Spinola, figlio di Giacomo, Maestro Portolano del Regno, Nobile di Palermo, e Laura Loporto di Gastone, Barone del Sommatino, Nobile di Palermo.
Fratelli/sorelle: dallo stesso documento risulta il matrimonio tra Donna Antonia Spinola y Loporto, figlia di Annibale Spinola e Laura Loporto, e Giuseppe Notarbartolo, Barone di Villanova.
Matrimonio
Don Gaston Spinola y Loporto sposò nel 1586 Marie de Renty, signora d’Embry, Bruay, Curlu, Vaudringhem e La Motte d’Andre, da lui discese la Casata Spinola dei Conti di Bruay.

(https://books.google.it/books?id=r4uo4i1ymx0C&pg=PA341&lpg=PA341&dq=giacomo+spinola+palermo&source=bl&ots=rLOUl2cwWZ&sig=ACfU3U3UkORG6-S3JkN5VHPZvvqFtTJqaQ&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwiC6aORxdftAhXOKewKHXFnAIw4HhDoATAIegQICBAC#v=onepage&q=giacomo%20spinola%20palermo&f=false).

Repertori

Il castello di Rixensart

Il castello di Rixensart

1629
Stemma Spinola, Castello di Rixensart

Stemma Spinola, Castello di Rixensart

1667
Monumento funebre Spinola Rhingrave

Monumento funebre Spinola Rhingrave

1717