Castello Spinola di Sesto Campano, Isernia

Castello Spinola di Sesto Campano, Isernia

1064

L’edificio è dotato di torri, di un fossato per la difesa esterna e di un ponte levatoio. Si sviluppa su tre livelli con un’ampia corte interna. Elementi dell’età longobarda sono le torri angolari quadrate e sobrie ed il fossato colmato. Oggi il castello è usato come museo e teatro all’aperto.

Personaggi:
Ambrogio Spinola

ATTENZIONE

Sul sito spinola.it stiamo lavorando alla revisione di tutti i Repertori.
Molti di questi sono ancora da aggiornare nei contenuti e nella formattazione. 

La Scheda

Il castello Spinola di Sesto Campano è citato per la prima volta in un documento nel 1064 in occasione della donazione del conte Paldone di Venafro all’abate Desiderio.
La costruzione del Castello  si fa risalire al periodo longobardo. Fu costruito da re Arerchi nel X secolo ma subì modifiche anche nel XVII secolo. Nel 1465 Re Ferrante I d’Aragona concesse Sesto in feudo a Diomede Carafa della Stadera che nel 1569 vendette il castello a Isabella di Lannoy, moglie di Filippo di Lannoy principe di Sulmona e conte di Venafro. Il figlio Orazio vendette a sua volta Sesto a Filippo Spinola (1536-1584) nel 1582.

http://www.distrettodelleterrepentre.it/beni/beni-architettonici/palazzo-spinola/view
http://www.francovalente.it/2007/10/09/sesto-campano-2/
https://www.wikiwand.com/it/Sesto_Campano
foto www.icastelli.it

Dove

Dove

Castello Spinola di Sesto Campano, Isernia

Castello Spinola

Il castello Spinola di Sesto Campano è situato nel centro storico del paese, nella parte alta che domina l’intera piana di Venafro.